Informazioni personali

La mia foto
I'm experiencing my first time alone and abroad, being an au-pair in Finland. I write about my finnish life, cultural differences and sometimes about my idea of style.

mercoledì 5 ottobre 2011

"Eternal Sunshine of the Spotless Mind" - "Se mi lasci ti cancello"


Perché le traduzioni dall'inglese all'italiano fanno così schifo?


Io, per anni non sono andata al cinema a vedere film perché non ero convinta dal titolo...
Il vero problema è la traduzione dalla lingua originale all'italiano: è scadente.



Trascinata a vedere film ancora più scadenti del titolo, come "Ti odio, Ti lascio, Ti...", oppure "Se mi lasci ti sposo", una volta uscito il trailer ti "Se mi lasci ti cancello", ovviamente non sono andata a vederlo.
MALE. Molto male.


Io non posso dire di non amare le commedie, anzi, mi fanno ridere un sacco, e fino a poco più di un anno fa', io non guardavo altro che quelle: per me il cinema e la televisione, altro non sono che modo per svagare la mente, rilassarsi e staccare la spina dai soliti casini legati a scuola, amori e noia.


Ora non più. Definirmi "matura" è forse una parola grossa, dire che "sto maturando" è più appropriato (quantomeno: l'intenzione c'è!).


Ad ogni modo, tra i film e docufilm intelligenti senz'altro c'è "Zeitgeist", una trilogia di film disponibile tra i video di Google, che è stato divulgato tramite internet.
La sua produzione, senza scopo di lucro, cerca di far luce su questioni religiose, l'11 settembre e le attività delle banche centrali, di come i grossi finanzieri controllino i nostri soldi.
Io devo divulgarlo, perché è importante che la gente SAPPIA.


Ieri sera invece Gege mi ha proposto "Se mi lasci ti cancello".
Inizialmente mi son chiesta "perché vuole vedere un film del genere?", e lui subito mi ha detto: -Fidati, il titolo inganna; non è una commedia divertente con Vince Vaughn e Jennifer Aniston!-.


In effetti è un film particolare, ben realizzato, con un cast di attori fenomenali: Jim Carrey, Kate Winslet e Kirsten Dunst.


E' la storia classica tra una coppia: lui chiuso, timido, introverso, che ha difficoltà a sostenere lo sguardo femminile; lei una donna fuori apparentemente fuori dagli schemi: capelli dalle tinte improbabili, carattere spumeggiante, e decisamente (come si definisce lei) impulsiva.


Tanto impulsiva che, dopo anni di relazione, sentono che tutto è diventato triste e monotono, non funziona più.
La relazione non ha più senso, così ogni pretesto è buono per litigare.
E alla fine per lasciarsi.


Così sopraggiunge l'impulsività di lei, che decide di farsi cancellare la memoria per dimenticarlo.


Stranamente i personaggi erano reali, e pure similissimi a me e Gege (la Winslet in questo film ha un linguaggio adorabilmente scurrile, come me, ed è pure tremendamente insicura).


Come ha detto Gege: è un film che fa affrontare la consapevolezza dei propri difetti.


Una volta finito il film, mi son goduta un poderoso abbraccio.


Sono una fottuta romanticona.



















1 commento:

miononnoincarriola ha detto...

Siete così sdolcinati che fate cagare. Ma vi voglio bene.